La finanza al cinema: tre film con cast eccezionale

Se è vero che il cinema ritrae le paure, gli ideali, i sogni, le difficoltà della vita di ogni epoca, allora non poteva esimersi in questi anni di crisi economica e di grande attenzione allo spread, di parlare della finanza. Infatti lo fa e sono numerosi i film che usciranno presto nelle sale ad avere per argomento crack finanziari, truffe e banche.

Dagli Stati Uniti “Margin Call”

“Margin Call”, presentato alla Berlinale di quest’anno e appena uscito nelle sale americane, è una produzione indipendente. La trama del film narra il crack della banca Lehman Brothers del 15 settembre 2008, anche se non la nomina mai apertamente. Il colosso si occupava di investimenti ed era uno dei più importanti operatori del mercato dei titoli di stato degli Stati Uniti. Il “Margin Call” a cui fa riferimento il titolo è la chiamata con cui il broker deve informare i clienti che i loro titoli stanno per crollare. Il film denuncia, con una serrata cronaca del fallimento avvenuto nella notte tra il 15 e il 16 settembre, come spesso si nasconda la verità nel mondo della finanza, a danno dei risparmiatori. Questa è stata, infatti, una delle principali bolle finanziarie dell’inizio della crisi economica mondiale che dura ancora oggi. Il protagonista è un analista di bilancio che si accorge che i conti della banca non tornano e perciò viene licenziato. Ma nel giro di una notte tutta l’azienda crolla, e i dirigenti dovranno comunque rinunciare ai loro incredibili stipendi. Il cast è d’eccezione, con Kevin Spacey e Demi Moore, il regista è un esordiente, ma molto promettente, Jeffrey C. Chandor.

“Life without principle”

Anche il regista cinese Johnny To sforna un thriller dedicato al mondo della finanza e alla sua amoralità. “Life without principle” narra la storia di tre persone che hanno bisogno di soldi. Sono un’impiegata di banca che viene costretta a vendere fondi al alto rischio ai suoi clienti, per raggiungere gli obiettivi assegnati, un malvivente che prova a giocare in borsa per guadagnare il denaro che gli serve per pagare la cauzione a un suo amico, un ispettore di polizia che si trova a dover pagare la serata di lusso prenotata dalla moglie e il sostentamento di una sorellastra di cui non conosceva l’esistenza. Ed ecco che trovano una borsa con 5 milioni di dollari. Come si comporteranno questi tre uomini comuni, di fronte a un caso ironico e crudele?

Verdone gira “Sotto una buona stella”

In Italia c’è Carlo Verdone, che sta iniziando le riprese di un film dedicati al tema della finanza. A Cinecittà si sta girando “Sotto una buona stella”. Il film racconta gli effetti della crisi sulla vota familiare di un broker. Il protagonista, interpretato dallo stesso Carlo verdone, lavora in un’agenzia che improvvisamente va in bancarotta e si trova perciò senza nulla con cui mantenere i propri figli. Deve cambiare tenore di vita, riorganizzarsi, superare la disperazione, tutto a causa di una truffa collettiva messa in atto dal suo ex capo. Un po’come ne “Il Gioiellino” di Molaioli che fa riferimento al caso Parmalat. “Sotto una buona stella” uscirà nelle sale in Italia il 14 febbraio 2014.

Immagine: Oleksiy MarkSimilar Posts:

    None Found